Benvenuti nel segno   Click to listen highlighted text! Benvenuti nel segno Powered By GSpeech

Indice articoli

 

(1) "Le città greche sono di dimensioni piuttosto piccole, poiché si tratta di 'società del faccia a faccia' . In teoria, tutti si conoscono, tutti si parlano…Si vive sotto lo sguardo altrui ; si esiste in funzione di ciò che gli altri vedono di voi, di ciò che ne dicono, della stima in cui vi tengono . Ciò che un uomo è, il suo valore, la sua identità implicano che egli sia riconosciuto dal gruppo dei suoi pari". (Jean Pierre Vernant, Tra mito e politica, Raffaello Cortina, Milano 1998, p.227)

(2) Nella Critica del giudizio, Kant definisce il "giudizio" in termini di attività capace di sussumere il particolare sotto l'universale . Chiama giudizio la "facoltà di pensare il particolare", e pensare il particolare naturalmente significa portarlo sotto un concetto generale . Inoltre Kant sostiene che l'attività del giudizio è sociale, dal momento che i nostri giudizi estetici si riferiscono ad un mondo comune o condiviso, a ciò che appare pubblicamente a tutti i soggetti giudicanti . In altre parole, non si giudica mai solo per se stessi, giacché l'atto di giudicare implica sempre il compito di comunicare il proprio giudizio : il giudizio è reso in modo da persuadere gli altri della sua validità . Questo sforzo di persuasione fornisce la vera ragione d'essere del giudizio .

(3) Nel breve saggio di Kant, Cos'è l'illuminismo , il concetto di "uso pubblico della ragione" si riferisce, in particolare, al problema della libertà di stampa nell'età dell'illuminismo . Ciò che estende il campo d'applicazione di questo concetto è l'idea che pensare in pubblico può costituire il pensiero  come tale , nel senso che la presentazione pubblica delle idee, in conferenze pubbliche e dibattiti, è assolutamente indispensabile per il progresso dell'illuminismo . E non solo nel senso che i pensieri, una volta pubblicati, dovrebbero essere messi in circolazione il più ampiamente possibile, ma anche, in un senso più profondo, che essi traggono giovamento nel loro sviluppo da uno scambio di vedute di natura universale . Infatti, il diritto di sottoporre i giudizi di qualcuno ad un controllo pubblico, prima che vengano divulgati nella "società cosmopolita", è necessario per il progresso, la libertà e l'insegnamento

 

© 2019 Nel Segno. All Rights Reserved.

Free Joomla! template by L.THEME

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech