La chimera [Sebastiano Vassalli]

"Anche agli adulti, assai spesso, capita di vivere i grandi mutamenti dell'esistenza - magari lungamente attesi, o presagiti, o temuti - in una sorta di assenza, e di stupore, che non lascia spazio alla concatenazione logica dei pensieri; in un vuoto di volontà: quasi in un sogno."

(Sebastiano Vassalli, La chimera, RCS Libri, Milano (1990) 2011, pag.62)

La storia di Antonia, dalla culla al rogo, è la storia crudele e cruenta del male applicato alla bellezza della vita. Sembra quasi sempre un brutto sogno. Vorremmo che lo fosse. Invece è feroce realtà alimentata dal vuoto della volontà.

Per mantenere alta la tensione del libro, l'autore sceglie con cura l'aspetto che più ci disorienta al mondo, l'ingiustizia conclamata. Non esistono alternative se l'obiettivo è sferrare un attacco totale a Dio. Si scava con pala e piccone nel terreno dell'esistenza per rivoltare zolle d'amore, per sollevare lombrichi e scarafaggi di paura, per lanciare lontano sassi d'odio.

"...è qui infatti, nelle liti di cortile, che l'odio umano si raffina e si esalta fino a raggiungere vette insuperabili, diventa un assoluto. E' l'odio puro: astratto, disincarnato, disinteressato; quello che muove l'universo, e che sopravvive a tutto. L'amore umano, tanto cantato dai poeti, a confronto dell'odio è quasi un fatto inesistente: un granello d'oro nel grande fiume della vita, una perla nel mare del nulla e niente più."

(Sebastiano Vassalli, La chimera, RCS Libri, Milano (1990) 2011, pag.102)

Il sogno prima, l'odio poi, ricreano una miscela disgustosa di male inevitabile. Un fiume che alla sorgente è puro e che inevitabilmente si inquina. E' il guasto prodotto dall'ineluttabilità del male a cui l'uomo ha una sola cosa da opporre, anche se solo per brevi momenti: lo stato di grazia.

"Ciò che Bertolino volle rappresentare nel ritratto che ho davanti, e che in qualche misura e in qualche modo effettivamente rappresentò, col suo talento istintivo e coi suoi mezzi di pittore di campagna, è uno stato di grazia, prima ancora che un'età; una stagione dell'anima a cui tutti, e gli artisti più degli altri, vorrebbero tornare; una primavera in forma di donna, o di Madonna."

(Sebastiano Vassalli, La chimera, RCS Libri, Milano (1990) 2011, pag.134)

Antonia non urla e non strepita sotto le bordate del male. Oppone al rogo un esemplare comportamento da eroina. L'autore invece non oppone al male alcuna cura. Forse perché ne è sprovvisto.

"C'è sempre, arriva sempre, nella vita di ogni uomo che abbia avuto in gioventù un forte stimolo ideale, il momento in cui si prende atto definitivamente, senza più speranze né illusioni né sogni, dell'inerzia delle cose e del mondo."

(Sebastiano Vassalli, La chimera, RCS Libri, Milano (1990) 2011, pag.376)

Antonia abbandonata dall'amato, dalla famiglia, dai vicini. Antonia abbandonata da Dio e dall'autore. Un intero romanzo per urlare il proprio ateismo.

"Tutto finito, sissignore. O forse no. Forse c'è ancora da rendere conto di un personaggio di questa storia, in nome del quale molte cose si dissero e molte altre si compirono, e che in quel nulla fuori della mia finestra è assente come è assente ovunque, o forse è lui stesso il nulla, chi po' dirlo! E' lui l'eco di tutto il nostro vano gridare, il vago riflesso di una nostra immagine che molti, anche tra i viventi di quest'epoca, sentono il bisogno di proiettare là dove tutto è buio, per attenuare la paura che hanno del buio. Colui che conosce il prima e il dopo e le ragioni del tutto e però purtroppo non può dircele per quest'unico motivo, così futile!: che non esiste. Come scrisse un altro poeta, di questo secolo ventesimo:

«Questi, che qui approdò,

fu perché non era esistente.

Senza esistere ci bastò.

Per non essere venuto venne

e ci creò»."

(Sebastiano Vassalli, La chimera, RCS Libri, Milano (1990) 2011, pag.437)

Il poeta citato è Fernando Pessoa.

 

 

Libro in sorte

Sembra proprio di stare in paradiso [John Cheever]Sembra proprio di stare in paradiso [John Cheever]
16 Feb 2014 21:27

Cheever incanta e rapisce anime disarmate. Coglie le sfumature che tu pensi nessuno possa nemmen [ ... ]

Colori Proibiti [Yukio Mishima]Colori Proibiti [Yukio Mishima]
26 Apr 2014 20:21

Una profonda immersione nell'uomo. Una tra le più profonde immersioni nella mascolinità che mi [ ... ]

Il percorso dell'amore [Alice Munro]Il percorso dell'amore [Alice Munro]
28 Set 2015 21:07

I sassi di Alice Munro. Le parole di Alice Munro affondano nel mio entusiasmo come fossero pie [ ... ]