Il cimitero di Praga [Umberto Eco]

Umberto Eco è lo speziale dei nostri giorni.

All'interno della sua bottega, una grande cassettiera in legno contenente le erbe medicinali. Le agili mani pestano la mistura. L'intruglio viene cotto. La miscela distillata è pronta ed è versata in una bottiglia. L'anima alchemica gioisce. Il medicamento è pronto: è necessario raccontare le fitte trame dell'odio per educare all'amore.

Sembra di rivivere la pratica antica di assumere continuamente piccole dosi di veleno per diventarne immuni.

Lo spietato Rachkovskij ha tra le labbra la perla dell'odio. Stringe i denti e tutto si riversa:

"Il nemico per essere riconoscibile e temibile deve essere in casa, o alla soglia di casa. Ecco perchè gli ebrei. La divina provvidenza ce li ha dati, usiamoli, perdio, e preghiamo perché ci sia sempre qualche ebreo da temere e da odiare. Occorre un nemico per dare al popolo una speranza. Qualcuno ha detto che il patriottismo è l'ultimo rifugio delle canaglie: chi non ha principi morali si avvolge di solito in una bandiera, e i bastardi si richiamano sempre alla purezza della loro razza. L'identità nazionale è l'ultima risorsa dei diseredati. Ora il senso dell'identità si fonda sull'odio, sull'odio per chi non è identico. Bisogna coltivare l'odio come passione civile. Il nemico è l'amico dei popoli. Ci vuole sempre qualcuno da odiare per sentirsi giustificati nella propria miseria. L'odio è la vera passione primordiale. E' l'amore che è una situazione anomala. Per questo Cristo è stato ucciso: parlava contro natura. Non si ama qualcuno per tutta la vita, da questa speranza impossibile nascono adulterio, matricidio, tradimento dell'amico...Invece si può odiare qualcuno per tutta la vita. Purché sia sempre là a rinfocolare il nostro odio. L'odio riscalda il cuore."

(Umberto Eco, Il cimitero di Praga, Bompiani, Trebaseleghe (PD) 2010, pagg. 399-400)

L'effetto curativo del medicamento come contraltare dell'effetto tossico. Solo lo speziale conosce la giusta misura.

 

 DBpedia  

Libro in sorte

La mia famiglia e altri animali [Gerald Durrell]La mia famiglia e altri animali [Gerald Durrell]
06 Ott 2014 20:35

È un libro delicato che nasce da un animo puro. Un innamoramento incondizionato per la natura,  [ ... ]

Colori Proibiti [Yukio Mishima]Colori Proibiti [Yukio Mishima]
26 Apr 2014 20:21

Una profonda immersione nell'uomo. Una tra le più profonde immersioni nella mascolinità che mi [ ... ]

Troppa felicità [Alice Munro]Troppa felicità [Alice Munro]
28 Set 2015 20:18

C'è una sensazione permanente durante la lettura del libro. Alice Munro ti conosce, ti parla. C [ ... ]