L'arte della fuga [Giuseppe Pontiggia]

Quanta poesia nelle pagine di questo libro. Quanto amore per la parola che riempie di significato anche i momenti più oscuri. Questo libro sembra il vestito di un sogno.

La poesia si tinge di giallo, il giallo azzarda una trama, la trama lega i personaggi che si infrangono e si disperdono nella parola.

Pontiggia è un maestro d'ascia che abbozza il progetto per la costruzione di una imbarcazione con cui attraversare  esistenze. La logica non conta dove regna il caso.  Non conta la storia dove ha senso solo l'accadere degli eventi. Non contano le persone quando a scaldare la vita bastano le sensazioni.

Ho aperto e chiuso il libro innumerevoli volte. Ho letto molto lentamente perchè è scritto in maniera tale da impedirti di correre. La difficoltà della lettura è il gioco per il lettore curioso. La pagina, il paragrafo ed in molti casi addirittura la singola frase richiedono spesso una sosta di riflessione, una pausa di pensiero che consenta di arrivare fino al fondo dell'emozione appena accennata dalle parole e realizzata dalla poesia.

Libro in sorte

I frammenti [Eraclito di Efeso]I frammenti [Eraclito di Efeso]
11 Nov 2016 20:53

 "Per quanto tu cammini, i confini dell'anima non potresti mai trovare pur percorrendo ogni via [ ... ]

Principianti [Raymond Carver]Principianti [Raymond Carver]
31 Mag 2014 22:23

Quando sbucciamo una mela con un coltello affilato, e ci preoccupiamo di non intaccare la polpa [ ... ]

Stabat Mater [Tiziano Scarpa]Stabat Mater [Tiziano Scarpa]
22 Apr 2016 19:40

Il taglio netto di una fune tesa. E' l'abbandono che dura per tutta la vita. "Quella notte ho [ ... ]