La futura classe dirigente [Peppe Fiore]

Il tragico ed il comico sono due diverse finestre che danno sul cortile dell'esistenza.

Parole incalzanti, profondi vuoti e voli pindarici; tutto sempre così difficile, tutto sempre così banale. Sembrano naufraghi che nuotano annebbiati dal miraggio di isole straordinarie. Manca sempre l'approdo. Solitudini ed esperienze, becchime sparso per l'arrivo delle galline.
Corpo come puro oggetto e la mente che vive ogni cosa: vero e falso hanno poca importanza, conta solo arrivare da un'altra parte, cercare qualcosa che sembri vero, saggio, giusto e buono. Ma esiste?

Libro in sorte

I quarantanove racconti [Ernest Hemingway]I quarantanove racconti [Ernest Hemingway]
25 Lug 2014 20:32

Sassi che trovo sparsi a riva. Ancora brillanti per l'effetto dell'onda che li ha appena abbando [ ... ]

Il mugnaio urlante [Arto Paasilinna]Il mugnaio urlante [Arto Paasilinna]
22 Lug 2014 20:15

Questa è la storia di una deviazione. Non tanto però di chi incide sulla realtà deviandone i [ ... ]

Sei pezzi facili [Richard Feynman]Sei pezzi facili [Richard Feynman]
04 Ott 2014 20:49

E se usassimo la scienza non solo per comprendere il mondo ma soprattutto per abbandonare il no [ ... ]