Immanuel Kant - Uso pubblico della ragione - La vita sociale


Lo stato di natura è lo stato non giuridico (o di "diritto provvisorio") e, in quanto tale, lo stato di guerra permanente (potenziale o effettiva) da cui l'umanità tenta di uscire per la propria sicurezza . La stipula di un  contratto sociale  serve agli individui per uscire, di comune accordo, dallo stato di natura e per costituire uno stato giuridico (o di "diritto perentorio") adatto alla convivenza. La società civile è questo stato giuridico  che solo è capace di garantire la pace e al seguito della pace, eventualmente ma non necessariamente, altri beni, quali la libertà, la proprietà, l'eguaglianza. Ciò che contrappone la società civile allo stato di natura è il carattere di società giuridica, nel duplice senso di società regolata dal diritto perentorio (la cui osservanza è affidata all'esercizio legittimo del potere coercitivo), e di società garante del diritto originario di ogni uomo (il diritto di libertà inteso come indipendenza "dall'arbitrio costrittivo" altrui). "L'uomo, sopra ogni altra cosa, pone il diritto, è legislatore. Ma si può essere legislatore soltanto se si è liberi; è una questione aperta se la stessa massima possa valere per l'uomo libero come per quello non libero. E anche qualora accettiate la soluzione kantiana qui esposta, resta che il suo presupposto è evidentemente la "libertà di penna", cioè l'esistenza di uno spazio pubblico, se non per l'azione almeno per l'opinione"(8). La vita sociale deve perciò essere strutturata in base al fine per cui ognuno goda della massima libertà possibile, tenendo conto dell'importantissima e significativa restrizione per cui la libertà di un individuo non deve ostacolare o ridurre la libertà degli altri . Il diritto interviene ad operare la necessaria restrizione della libertà di ciascuno perché tutti possano avere il massimo della libertà che è possibile conseguire nella convivenza sociale.


Gli uomini, quindi, attraverso una volontà consapevole stipulano tra di loro un "contratto di convivenza", che è, per Kant, anzitutto un'idea della ragione per tutelare la propria sicurezza . Nell'atto stesso in cui entra in rapporto contrattuale con altri uomini, l'uomo singolo trasforma la propria "selvaggia" libertà in una libertà regolata e limitata dalle leggi . Ma a caratterizzare il contratto originario, l'accordo a sottostare a "leggi pubbliche coercitive" per garantire la libertà di ognuno, non è la  sua utilità bensì la sua doverosità. Il dovere di contribuire al progresso dell'umanità verso lo scopo ultimo della natura viene prima dell'utile  di cui può beneficiare il singolo individuo.
Una tappa fondamentale di questo progresso è la costituzione civile(9), il rapporto di uomini liberi che vivono sotto l'imperio di leggi coattive . Al governo non spetta la garanzia della moralità tra gli uomini, ma del libero gioco di volontà e libertà, nel tentativo di mettere d'accordo bisogni e desideri concorrenti o contrastanti (sono questi i fondamenti dello stato liberale classico). Limitato ad una funzione "regolativa", lo stato kantiano non può oltrepassare il confine della coscienza individuale, e parimenti quello delle inclinazioni e del gusto. La forma migliore di costituzione, secondo i presupposti kantiani, è quella repubblicana, che realizza, in se stessa, i tre principi fondamentali della libertà, del diritto e dell'uguaglianza: la libertà dei membri della società (esterna e negativa); la dipendenza di tutti da un'unica comune legislazione (ispirata all'idea del contratto originario); l'uguaglianza (soltanto formale o giuridica) di tutti i cittadini. Il sistema di governo repubblicano, fondato sul principio della separazione dei poteri, in modo particolare del potere esecutivo (governo) dal potere legislativo, evita il vizio più grave dello stato dispotico in cui la volontà pubblica, espressa dalla legge, è sostituita dalla volontà privata del sovrano, espressa da inclinazioni personali.

Libro in sorte

Primavera di bellezza [Beppe Fenoglio]Primavera di bellezza [Beppe Fenoglio]
17 Mar 2015 07:48

Il periodo storico in cui si vive, la cultura in cui si è immersi e le consuetudini attraverso  [ ... ]

Nemico, Amico, Amante... [Alice Munro]Nemico, Amico, Amante... [Alice Munro]
16 Lug 2015 20:58

Alice Munro ti regala bordate. Colpi scagliati con leggerezza che risvegliano dal torpore. Reite [ ... ]

Soldati di Salamina [Javier Cercas]Soldati di Salamina [Javier Cercas]
10 Nov 2016 22:05

Incipit a mozzare il fiato. "...è vero che le guerre si fanno per denaro, quindi per il pote [ ... ]